http://www.clubfreccetricolori.eu/wp/wp-content/uploads/2010/03/la_russa.jpgE’ davvero frutto di una mentalità, di una concezione della politica (spettacolo) che ancora non riusciamo ad accettare. E’ solo l’ultimo episodio di trascuratezza del ministro La Russa nei confronti dei suoi doveri istituzionali di responsabile politico della Difesa. Ma è davvero un episodio triste, di cui ci vergognamo come italiani. Il suo impegno part-time, il suo approccio pubblicitario-propagandistico al Ministero della Difesa ormai sono leggenda, tramandata con tristezza e imbarazzo perfino dagli stessi capi di stato maggiore delle forze armate italiane. Ma oggi (ieri, ndr), nella giornata del lutto e del dolore per l’ennesimo agguato ai soldati italiani in Afghanistan, La Russa incredibilmente ha trovato il tempo per far diramare dal suo ufficio stampa un comunicato su Siena-Inter!

Read more ...

http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/politica/congresso-pdl/intervista-verdini/ansa_15416201_50510.jpgE' da Novembre circa che si susseguono scandali e oramai neanche i tg di Minzolini sono più sufficienti a mascherare la situazione. Si parte dall'autunno quindi con l'arresto, se ricordate, della moglie dell'on. Abelli tal assessore provinciale a Padova Rosanna Gariboldi incastrata per riciclaggio di milioni di euro ed uscita dal carcere in Gennaio dietro patteggiamento della pena e ora agli arresti domiciliari. Si passa poi al mitico Prosperini, l'assessore regionale lombardo difensore della padanità minacciata dagli islamici e dalle checche che tra tutte le cose di cui è accusato spunta anche addirittura secondo alcune fonti il traffico di armi con l'Eritrea per poi arrivare alla volpe Pennisi, consigliere comunale a Milano presidente della Comissione Urbanistica filmato mentre intasca migliaia di euro di tangenti e quindi diciamo, indifendibile dalla solita voce anti magistrati giustizialisti e giacobini che si leva appena uno del pdl viene pescato con le mani nella marmellata...

Read more ...

Un'ordinanza di custodia agli arresti domiciliari è stata emessa nei confronti del senatore del Pdl Vincenzo Nespoli, sindaco di Afragola. La richiesta di autorizzazione è stata inoltrata oggi a Palazzo Madama. L'ordinanza è stata firmata dal gip Alessandro Buccino Grimaldi su richiesta dei pm Henry John Woodcock e Vincenzo Piscitelli.
L'accusa contestata è di concorso in bancarotta fraudolenta e riciclaggio. L'indagine riguarda il fallimento della società di vigilanza privata La Gazzella di Afragola.

I ministri e i sottosegretari ''passano'' ma il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, resta il ''massimo garante'' del programma di rientro al nucleare dell'Italia. Lo ha detto il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, intervenendo all'assemblea annuale di Assoelettrica, fugando cosi' le preoccupazioni degli operatori per il futuro del progetto dopo le dimissioni di Claudio Scajola. ''Il massimo garante del programma nucleare italiano e' Silvio Berlusconi - ha detto - i ministri e i sottosegretari possono passare ma quando una coalizione scrive nel programma di governo che vuole sfruttare l'energia nucleare questa e' la massima garanzia di volerlo portare avanti''. Ci sono circa 500 reattori operativi nel mondo, ha ricordato, ''noi siamo un paese civile e siamo in grado di gestire tecnologie complesse a beneficio di chi consuma energia''.

TARANTO - «Ancora una volta siamo stati umiliati: il Cipe questa mattina (ieri - ndr) ha dato il via libera ad un corposo programma di investimenti nel settore delle infrastrutture. Tra queste opere, però, non figura la piastra logistica di Taranto: un altro schiaffo alla terra ionica». E’ lo stesso presidente della Provincia, Gianni Florido, a rendere noto il nuovo stop al finanziamento della piastra logistica nell’area del porto. Ma interviene anche Ludovico Vico, deputato del Pd, per dire che «il Sud, la Puglia e Taranto sono ormai sistematicamente esclusi dall’agenda del Governo.

Read more ...

http://www.iltaccoditalia.info/public/fitto%20ap.jpgChe il Governo sia filo nordista lo si sapeva già, non è certo un caso che nei dicasteri più importanti ci siano ministri del nord Italia oltre ovviamente al Presidente del Consiglio che è di Milano. Allo sviluppo economico c'era Claudio Scajola (Imperia) ora dimessosi in seguito allo scandalo Anemone, agli esteri invece c'è Franco Frattini (Bolzano), agli interni Roberto Maroni (Varese), alla difesa Ignazio La Russa (Milano), all'economia Giulio Tremonti (Pavia), alle infrastrutture Altero Matteoli (Toscana), Giancarlo Galan (Padova) all'agricoltura, al Lavoro e alle Politiche Sociali Maurizio Sacconi ( Treviso), alla Salute Ferruccio Fazio (Cuneo), all'università e alla ricerca Mariastella Gelmini (Brescia), ai beni culturali Sandro Bondi (Firenze). E finiti i ministeri con portafoglio ci sono quelli che possiamo definire come "minori" ma nei quali la Lega Nord ha un ruolo anche qui prebonderante con Calderoli (Bergamo), Michela Vittoria Brambilla (Lecco), Umberto Bossi (Varese), Renato Brunetta (Venezia), Andrea Ronchi (Perugia, ma eletto in Lombardia)...

Read more ...

Niger, il paese radioattivo l'altra faccia del nucleare

LA FALDA acquifera contaminata per milioni di anni. Livelli di radioattività nelle strade di Akokan, in Niger, 500 volte superiori ai valori normali nell'area. Metalli radioattivi venduti nei mercati locali. E' uno dei costi nascosti del nucleare: il prezzo ambientale pagato dall'Africa all'estrazione dell'uranio. La denuncia è contenuta in un rapporto di Greenpeace. Nel novembre scorso l'associazione ambientalista, in collaborazione con il laboratorio indipendente Criirad e la rete di ong Rotab, ha effettuato uno studio del territorio attorno alle città minerarie di Arlit e Akokan, in Niger, per misurare la radioattività di acqua, aria e terra intorno. E' qui che opera Areva, l'azienda francese leader mondiale nel campo dell'energia nucleare, la stessa società con la quale il governo Berlusconi e il ministro Scajola hanno stretto l'accordo per costruire quattro centrali atomiche in Italia.

Read more ...

Diego Anemone, l'imprenditore al centro della «cricca»PERUGIA - Le società di Diego Anemone avrebbero effettuato tre ristrutturazioni nelle case del capo della Protezione civile Guido Bertolaso. Due volte sarebbero stati invece svolti lavori nell'appartamento privato dell'ex ministro Claudio Scajola, quella dimora con vista Colosseo per la quale l'architetto Angelo Zampolini aveva versato 900.000 euro. Alla mamma del funzionario Mauro Della Giovampaola sarebbe stata mandata una squadra in una casa di Ostia, mentre il commissario per i mondiali di nuoto Claudio Rinaldi avrebbe avuto gli operai per ben tre volte.

Read more ...

Scuole, piscine, ospedali  gli affari di Anemone e soci

Hanno sversato cemento a tonnellate tra Roma e la sua provincia, gli imprenditori del giro Anemone. Hanno gettato fondamenta e alzato campate in centro storico, poi sul litorale. Si sono allargati verso Zagarolo (una scuola), Nettuno (alle "Opere pubbliche" di Francesco Maria Piscicelli è stata affidata un'ala della scuola di polizia), hanno sconfinato a Formia (la caserma della guardia di finanza). Sì, hanno preso appalti a mani basse, in tutto il Lazio. A una prima stima, che si desume tarando le carte raccolte dalla Procura di Perugia, la banda dei costruttori della Protezione civile si è aggiudicata nella capitale e nella sua immediata periferia 12 appalti negli ultimi quattro anni.
Read more ...

http://www2.regione.veneto.it/videoinf/rurale/010/010img/zaia_psr.JPGNon c’è alcuna candidatura del Veneto, al momento, per ospitare una centrale nucleare: lo ha affermato il presidente della giunta regionale del Veneto Luca Zaia che ha definito «puro diletto» ogni discussione su questo argomento. «Io», dice, «ho condiviso la scelta e i criteri del nucleare, ma in questo momento non esiste una candidatura del Veneto». Il presidente della giunta regionale osserva che il territorio regionale è molto antropizzato, ricco di insediamenti umani: «Difficilmente, dalla mia esperienza del Veneto, ci vedo uno spazio adatto all’insediamento di una centrale. Se qualcuno lo vede», prosegue, «ce lo dirà e vedremo di capire dove identifica questi spazi».

Read more ...

http://goodmorningumbria.files.wordpress.com/2010/02/altero-matteoli.jpgCade il diaframma che proteggeva la quinta operazione immobiliare dell'architetto Angelo Zampolini, lo "spallone" di assegni circolari del costruttore Diego Anemone. E la scoperta del nome di un nuovo e fortunato "beneficiario" di casa, l'ingegnere Ercole Incalza, vecchia conoscenza socialista della Tangentopoli di Lorenzo Necci e Francesco Pacini Battaglia, riporta l'inchiesta di Perugia sui Grandi Appalti nel cuore del Governo. Negli uffici del ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, dove oggi Incalza, quale capo della struttura tecnica di missione, è braccio destro del ministro. Le indagini del Nucleo Tributario della Guardia di Finanza hanno infatti accertato che il 7 luglio del 2004, una provvista di 520 mila euro messa a disposizione da Anemone e trasformata da Zampolini in 52 assegni circolari dell'importo di 10 mila euro ciascuno, pagò l'acquisto di oltre la metà dell'appartamento che Incalza volle per la figlia e suo marito a Roma, al civico 5 di via Emanuele Gianturco. Cinque vani con cantina al secondo piano di un palazzo a ridosso del Lungo Tevere. Cinque minuti a piedi da piazza del Popolo, il cuore della città.

Read more ...

Trieste, 6 mag - Nessuna ipotesi di centrali nucleari in Friuli Venezia Giulia. Lo ribadisce il governatore Renzo Tondo, commentando l'ipotesi del presidente del consiglio regionale, Edouard Ballaman, che si e' detto favorevole ad un insediamento del genere, purche' sia fortemente indennizzato (ad esempio col 20-25% di sconto del costo dell'energia, per 20 o 30 anni). ''La mia idea sull'investimento nella centrale nucleare di Krsko e' sempre stata originata da considerazioni basate su fatti concreti - ha detto Tondo -. Io continuo ad andare avanti. Ballaman avra' altre informazioni, non entro nel merito.Quindi non valuto neanche l'ipotesi di altre centrali nucleari, qui in Regione''.

"http://fabrizio.castagnotto.it/2008/05/14/iPhone-Parlamento-Stefania-Prestigiacomo.jpgQuella sul nucleare e' una scelta che il Governo ha fatto e portera' avanti convintamente" anche dopo le dimissioni del ministro per lo Svluppo economico. Lo ha assicurato il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, a margine della presentazione della festa delle oasi del Wwf, tenutasi in questa mattina presso la sede Rai di viale Mazzini.
"Quello svolto da Claudio Scajola - ha proseguito Prestigiacomo - e' un lavoro importante che va portato avanti col massimo impengno".

Read more ...