Venerdì prossimo, 28 gennaio 2011, alle ore 11, sarà ufficialmente aperto al traffico un tratto della strada provinciale 101 Taranto-Talsano, su viale Unità d’Italia, nell’ambito del più articolato progetto della Tangenziale Sud. Alla cerimonia – che per motivi di sicurezza e sistemazione logistica si terrà nell’area adiacente alla concessionaria Mercedes - parteciperanno tra gli altri il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, l’assessore provinciale ai Lavori pubblici Costanzo Carrieri e i rappresentanti di tutte le istituzioni locali.


ECCO LA SCHEDA TECNICA

L’opera stradale, che finalmente sarà messa a disposizione dell’utenza dopo un lungo quadrimestre di attesa per l’alimentazione dell’impianto di illuminazione da parte dell’ENEL, consta di un’asta parallela alla carreggiata attuale, con rotatorie in grado di assicurare le connessioni tra i due sensi di marcia che, con questa soluzione progettuale, saranno differenziati; da Taranto verso Talsano si usufruirà della nuova carreggiata, a metà della quale è stata realizzata una razionale piazzola di sosta per mezzi pubblici in condizioni di massima sicurezza e con tutti gli accorgimenti per la movimentazione dei diversamente abili; mentre da Talsano verso Taranto si usufruirà della carreggiata esistente, adeguata nei tratti con ristagno di acque meteoriche.

I lavori di sistemazione della S.P. 101 saranno completati, a breve, da una rotatoria nei pressi dell’immissione del quartiere “La cattiva” e dalla sistemazione con messa in sicurezza fino alla biforcazione in corrispondenza dell’albergo incompiuto.
Il tratto che entra in esercizio (che è costato per lavori e spese generali 1,4 milioni di euro, su un totale di 43,9 milioni di euro finanziato per il primo lotto), è esteso Km 1+45 e rientra nel più ampio progetto della Tangenziale Sud i cui lavori, iniziati nel luglio 2009, proseguono lungo l’intero asse (esteso Km 3,15) progettato da via Torro e via Consiglio sino al quartiere Salinella, ove è previsto uno svincolo per il collegamento con questo quartiere e con la parte del centro urbano del capoluogo ionico che gravita su viale Magna Grecia incrocio corso Italia.

Il nesso tra l’intervento sulla S.P. 101 e la Tangenziale Sud deriva dal fatto che la nuova autostrada urbana in prosecuzione del Ponte P.Penna-Pizzone, finanziata sino al nuovo cimitero di Talsano (il secondo lotto dal quartiere Salinella a Talsano, esteso Km 4,86, è stato appaltato nel giugno 2010 ed è stato finanziato per 27,8 milioni di euro) prevede uno svincolo di collegamento con la Nuova Base Navale, la cui asta incrocia la S.P. 101 con idonea rotatoria e, di fatto, drenerà verso la tangenziale medesima tutto il traffico generato sulla strada provinciale n°101 per Talsano, sulla strada provinciale n° 100 da un lato verso la Base Navale e dal lato opposto verso l’abitato di Lama.

{affiliatetextads 1,,_plugin}Il progetto della Tangenziale Sud è infatti articolato con una doppia carreggiata con caratteristiche autostradali e costituisce la direttrice primaria dal Ponte P.Penna-Pizzone verso Salinella-Talsano, aggirando la Salina Grande nel pieno rispetto dei vincoli ambientali esistenti, con un’estesa totale (primo e secondo lotto) di Km 8,01; a questa strada principale fanno da corollario le connessioni con i vari quartieri urbani attraverso una viabilità nuova, oppure una viabilità che adegua e mette in sicurezza le strade esistenti (raccordo con il quartiere Salinella e rione Italia, raccordo con Base Navale, raccordo con Lama e dei raccordi con Talsano).
Il raccordo dalla superstrada in costruzione alla Nuova Base Navale prevede un’asta nuova di connessione con la S.P.100 per Lama (estesa Km 1,80) e l’adeguamento della S.P. 101 proprio nel tratto che venerdì prossimo verrà consegnato all’utenza automobilistica.

La Provincia di Taranto, con il coordinamento dell’assessore ai Lavori Pubblici, Costanzo Carrieri, ha già predisposto le fasi progettuali e definito urbanisticamente con i comuni interessati il progetto per proseguire con la nuova arteria in direzione Leporano-Pulsano-Isola Amministrativa di Taranto, fino ad Avetrana. E’ di questi giorni una serrata fase di concertazione tra la stessa Provincia e l’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia per la definizione (nell’ambito del Piano di investimenti per il Sud) dei possibili finanziamenti per la viabilità primaria, come parte integrante della più ampia intesa istituzionale che vede affiancate le tre Province del “Grande Salento” e cioè Brindisi, Lecce e Taranto.

La direttrice Talsano-Avetrana rientra tra le priorità evidenziate dalla Provincia di Taranto, le cui argomentazioni sono condivise anche dalla Provincia di Lecce per la necessità di collegamento dell’area del Basso Salento ai traffici per Taranto e per il Nord senza dover passare per Lecce e Brindisi.