Sono ad oggi 74 gli eventi simultanei annunciati per il Chernobyl Day (tra manifestazioni, convegni, rassegne). In Francia, Svizzera, Germania ed Inghilterra sono annunciati presidi e manifestazioni di fronte agli impianti. In Namibia una due giorni sulla devastazione delle miniere interesserà minatori e studenti. Iniziative anche a sostegno di chi opera in Niger contro le devastazioni delle aziende europee...

In Italia le adesioni sono  assenti o purtroppo arrivate in ritardo. Un evento a Nichelino, uno a Napoli ed uno a Monopoli. Non confermato un evento a Firenze.

L'iniziativa è coordinata da Sortir du Nucléaire (Francia) - http://www.sortirdunucleaire.fr - Una federazione di 842 associazioni. Questa associazione ha quindi proposto anche un sito apposito http://chernobyl-day.org - attualmente in 3 lingue. Con un ricco menu per accedere ad ulteriori informazioni ed aggiornamenti sullo stato delle adesioni.
Per aderire vi è una modulistica dove si è invitati a segnalare le iniziative del proprio comitato locale o nazionale che sia.
Quindi tutte le iniziative segnalate, sono registrate, vagliate e conducono a recapiti esatti di referenti, qualunque sia la
parte del mondo interessata.

Su facebook si sta attivando una rete di supporto a sostegno degli eventi annunciati sul sito http://chernobyl-day.org.
Nei giorni a ridosso del 25-26 Aprile la rete intende effettuare una ricca azione per far fronte al prevedibile "silenzio" di media nazionali ed internazionali e delle stesse "risorse" web.
I canali di riferimento su FaceBook sono NO Nukes - http://www.facebook.com/profile.php?id=1464559087&ref=name e l'evento Chernobyl Day: http://www.facebook.com/event.php?eid=63094197671&ref=mf.

NoNukes TV ha iniziato a trasmettere un palinsesto di circa duecento documentari, 24h su 24, con opzione on demand e raccoglie di già alcuni documenti recentemente "scomparsi" da youtube: http://www.mogulus.com/nonukes

Si segnala il videoclip No Nukes 2009: dedicato all'infinita lista di incidenti nucleari più recenti ed in particolare al caso Cruas-Meysse del 2008: http://www.youtube.com/watch?v=sbvkXXkbWFs

Saluti da Torino - Massimo Greco